La vacanza secondo Noi.

Armenia tour etnico

Se state programmando il vostro primo viaggio in Armenia questo pacchetto turistico è l’ideale. Avrete l’opportunità di scoprire il paese: le tradizioni, un sacco di interessanti fatti storici, visitare i più importanti centri culturali e religiosi, comunicare con la gente, gustare piatti caratteristici e anche prendere parte alla preparazione degli stessi. L’Armenia è un paese di antica cultura, la gente è amabile, notevole il patrimonio storico, paesaggi di montagna diversi e spettacolari, natura pittoresca, ricca flora e fauna.

Partenze garantite:

Minimo 2 persone

Durata:

8 giorni / 7 notti

Quota individuale:

euro 1755

Supplemento singola:

euro 220

Quota iscrizione:

euro 45

comprensiva di assicurazione medico, bagaglio e annullamento

Programma di viaggio:

1° giorno – Arrivo a Yerevan: arrivo all’aeroporto internazionale di Zvartnots, incontro con il gruppo e trasferimento in hotel. Sistemazione nelle camere riservate, tempo a disposizione e pernottamento in hotel 4*.
2° giorno – Yerevan / Echmiadzin / Zvartnots / Yerevan: prima colazione in hotel. In mattinata visita alla capitale dell’Armenia: il Matenadaran, istituto scientifico e museo unico in cui sono conservati oltre 18.500 esempi di antichi manoscritti restaurati; la Piazza della Repubblica, progettata dal famoso architetto armeno Alexander Tamanyan nei primi del 1.900; Cascade, un monumento che sorge sopra il centro della città dalla cui sommità possiamo ammirare un bellissimo panorama. Breve visita e sosta fotografica. Northern Avenue e City Park, Piazza della Libertà e l’Opera House. Infine visita esclusiva ad un laboratorio artigianale dove viene prodotto il Duduk: nessun altro strumento musicale è in grado di rappresentare le emozioni del popolo armeno, i musicologi locali ne datano la nascita già dal 1200 a.C. Nel 2005 la musica duduk è stata inserita dall’UNESCO nella lista dei Patrimoni orali e immateriali dell’umanità. A 20 minuti di auto da Yerevan troviamo il complesso architettonico della Santa Sede di Echmiadzin, il cosiddetto Vaticano armeno. Pranzo tipico in una famiglia appartenente all’associazione della Croce dell’Unità Armena che mostrerà anche la preparazione del piatto tradizionale chiamato Tolma. Dalla parola Toli, che significa foglia di vite, è a base di carne, avvolto in foglie di vite e servito con yogurt locale chiamato matsun. Possibilità inoltre di visitare la cantina del proprietario dove viene prodotto il vino conservato in grandi botti e di prendere parte al processo di tessitura di tappeti. La Croce dell’Unità Armena è un ente di beneficenza ONG fondato nel 1991, il cui scopo è quello di fornire assistenza umanitaria agli orfani e aiutarli a integrarsi con successo nella vita sociale. Nel pomeriggio visita alla Cattedrale principale (303 d.C. – Patrimonio Mondiale dell’UNESCO) e al Museo dei Tesorieri della Chiesa Apostolica Armena. Nota per essere una delle cattedrali più antiche del mondo, Echmiadzin è la residenza ufficiale di Sua Santità il Catholicos Supreme – Patriarca (più alto rango clericale della Chiesa Apostolica Armena) ed è anche un luogo di pellegrinaggio per gli armeni di tutto il mondo. Nelle vicinanze troviamo il Tempio di Zvartnots, altro sito dell’Unesco. Il complesso di strutture erette nel VII secolo è uno spettacolo maestoso, oltre ad essere di estremo valore architettonico. Cena di benvenuto. Riposo e pernottamento a Yerevan. *Opzionale: Visita alla Fabbrica di Brandy Ararat e degustazione.
3° giorno – Khor-Virap / Areni / Noravank / Tatev: prima colazione in hotel. Partenza per il sud dell’Armenia e visita al Monastero di Khor Virap dal quale si apre la migliore vista sul biblico monte Ararat. Il Monastero di Khor Virap è un luogo di pellegrinaggio per tutti gli armeni: qui il primo Catholicos San Gregorio l’Illuminatore fu imprigionato per circa 13 anni colpevole di predicare il cristianesimo. Successivamente visita al Villaggio di Areni – uno dei più antichi centri vinicolo in tutto il mondo. Secondo la leggenda biblica, la vinificazione risale al vitigno piantato da Noè nel versante del monte Ararat. Pranzo e degustazione di vino Areni presso la casa di una famiglia locale. Nel pomeriggio visita al Monastero di Noravank (XIII-XIV sec.), situato in una stretta gola creata dal fiume Amaghu, circondata da caratteristiche rocce rosse. Cena e pernottamento in hotel circondati dall’atmosfera locale nel villaggio di Tatev. *Opzionale: a Tatev i turisti potranno assistere al processo di produzione del miele.
4° giorno – Goris / Tatev/ Selim/ Noraduz/ Sevan/Dilijan: prima colazione in hotel. Visita al Monastero di Tatev utilizzando la funivia “Ali di Tatev”, la più lunga del mondo. Dalla funivia si aprono gli splendidi scenari del villaggio di Halidzor e del Monastero di Tatev. Capolavoro di architettura medievale armena, il monastero è stato uno dei più famosi centri spirituali ed educativi del paese. Partenza per Dilijan attraversando il Passo di Selim. Lungo il percorso visiteremo il Caravanserraglio di Selim (1332) costruito sull’antica Via della Seta. Proseguimento per Noraduz e visita del piccolo villaggio il cui cimitero è disseminato di “khachcar”, le croci di pietra. A seguire un’indimenticabile giro in barca sul Lago Sevan (durata 1 ora), uno dei più grandi laghi alpini e il secondo lago d’acqua dolce più grande del mondo. Arrivo al Monastero di Sevanavank (IX secolo), splendidamente posizionato sulla penisola di Sevan. Pranzo in ristorante con incantevole vista sul lago per assaggiare il pesce locale. Arrivo alla località turistica Dilijan, uno dei centri più famosi dell’Armenia, battezzata la “Piccola Svizzera dell’Armenia” per la sua incredibile natura e le rigogliose foreste verdi. Cena e pernottamento a Dilijan.
5° giorno – Dilijan / Enokavan / Zipline/ Apaga: prima colazione in hotel. Partenza per Enokavan. Il villaggio di Yenokavan si trova nella parte nord-est della Repubblica d’Armenia, dieci chilometri a nord dalla città Ijevan, e fa parte della provincia Tavush. Situato ad un’altitudine di 1000/1300 metri, il primo zip line di Armenia si trova al Parco di Yell ed ha 3 funi: 267 metri, 135 metri, 375 metri. La velocità di discesa è di 5 m/sec e l’altezza va dai 200 ai 300 metri. Partenza per Apaga, luogo raro in Armenia che offre condizioni perfette per il turismo equestre; situata a 1390 metri sul livello del mare combina lo stile tradizionale delle case armene con i comfort degli alloggi moderni. Cena e pernottamento in hotel.
6° giorno – Apaga/ Dilijan/ Ashtarak/ Armas/ Yerevan: prima colazione in hotel. Partenza verso la regione di Aragatsotn, alle pendici del monte Ararat, per la visita dei monumenti storici nei dintorni della città di Ashtarak. Visita al monastero Saghmosavank (VII secolo d.C.). Pranzo al museo di Proshyan. Proseguimento verso la Fortezza medievale di Amberd (VII-XIII secolo d.C.): costruita sul pendio a sud del monte Ararat, la fortezza aveva in origine una funzione di difesa, infatti le aspre rupi la rendono inaccessibile su tre lati. Visita esclusiva al “Mondo di Vino”, un’azienda vinicola ARMAS: una passeggiata attraverso i pittoreschi vigneti e frutteti vi condurrà alle cantine e distillerie per introdurvi ai metodi di produzione del vino, oltre a fornire una conoscenza dell’antica tradizione di invecchiamento in botte. Degustazione di vini armeni. Rientro a Yerevan, cena e pernottamento in hotel 4*.
7° giorno – Geghard / Garni / Yerevan: prima colazione in hotel. Partenza per Kotayk, provincia dell’Armenia centrale che ospita due luoghi parte del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO: Garni, tempio pagano con il bagno a mosaico di epoca romana (I secolo d.C.), l’unico rimasto in Armenia. Il tempio è costruito su una base di basalto, nella parte superiore della gola del fiume Azat, circondata dalle rovine della Cittadella di Garni, utilizzata come residenza estiva dei re armeni nel III e IV secolo. Viaggio a Gorge di Garni in auto 4X4. Pranzo organizzata presso una famiglia rurale armena durante il quale si potrà partecipare al processo di cottura del Lavash (pane armeno) in tonir, forno sotterraneo tradizionale. Nel pomeriggio visita al Monastero di Geghard (IV secolo), parzialmente scavato nella roccia di una montagna adiacente, è una delle incredibili costruzioni dell’Armenia Cristiana e uno dei sette siti del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO in Armenia. Rientro a Yerevan e riposo in hotel prima della cena.
*Opzionale: concerto vocale a Geghard dall’acustica indimenticabile.
La cena di addio si terrà in uno dei ristoranti classici di Yerevan con una grande varietà di piatti e musica dal vivo. Pernottamento a Yerevan.
8° giorno – Yerevan partenza: trasferimento in aeroporto e partenza.

*Nota: in presenza di piccoli gruppi (da 2 a 10 pax) il viaggio a Gorge di Garni può essere effettuato con motociclette sovietiche (a scelta dei clienti).

Informazioni Utili:

Nota Bene:

l’itinerario menzionato potrebbe subire variazioni per cause indipendenti dalla nostra volontà.

Trasporti:

berline 2 posti, minivan da 3 a 7 posti, minibus da 8 a 17 posti, bus da 32 a 50 posti secondo numero partecipanti per l’intero programma.

Menù e Pasti:

la prima colazione negli alberghi è principalmente a buffet ed offre tè/caffè, cereali, pane, marmellata, formaggi, salumi e uova. I pranzi e le cene includono 2 o 3 antipasti caldi e freddi, un piatto principale di carne o pesce con contorno; succhi di frutta, acqua, tè, caffè, dessert (frutta o torta alla crema o gelato). Possibilità di partecipare a Master Class di cucina tipica locale durante i pasti.

Visto e Passaporto:

dal 10 gennaio 2013 i cittadini dell’UE e dei Paesi non UE aderenti all’area Schengen (Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera) possono entrare in territorio armeno senza visto per un periodo massimo di 120 giorni nell’arco di dodici mesi. Il passaporto è necessario e deve avere una validità residua di almeno 6 mesi dalla data del viaggio.

Informazioni Pratiche

la lingua ufficiale è l’armeno, l’inglese è ampiamente diffuso sebbene la seconda lingua sia il russo. Il periodo migliore per un viaggio in Armenia va da fine marzo a fine novembre. Le temperature variano dai 15 ai 30 gradi celsius a seconda della regione e della stagione, tuttavia si consiglia di avere con sé qualche abito caldo. L’alimentazione elettrica è di 220 W. In genere si trovano prese europee, comunque se necessario, qualsiasi altro è facilmente reperibili in qualsiasi supermercato.

  • Trasferimenti e trasporto come da programma,
  • guida locale parlante italiano durante il tour,
  • pasti come da programma,
  • ingressi ai siti e musei menzionati nel programma,
  • zip line,
  • degustazione di vini ad Areni e Armas,
  • acqua a disposizione nel bus,
  • Master Class di preparazione del Lavash a Garni,
  • Master Class di Tolma,
  • giro in barca a Sevan,
  • funivia Tatev,
  • 4X4 a Garni,
  • cena d’addio al ristorante Jazz.
  • Voli da/per l’Italia,
  • visto consolare,
  • bevande alcoliche,
  • mance ed extra negli alberghi,
  • mance per la guida e autista,
  • attività opzionali menzionate nel programma,
  • extra personali in genere e tutto quanto non specificatamente indicato alla voce ‘la quota comprende’.