La vacanza secondo Noi.

Notizie utili Russia

Con una superficie di 17.075.400 chilometri quadrati la Russia è il Paese più vasto del pianeta.

Come principale successore dell’Unione Sovietica, la Russia è ancora uno stato con una forte influenza politica, specialmente all’interno della CSI, che comprende tutte le ex repubbliche dell’Unione Sovietica tranne le tre repubbliche baltiche, Lettonia, Estonia e Lituania, occupate fino al 1991 e la Georgia uscita nel 2008, l’Armenia, l’Azerbaigian, la Bielorussia, il Kazakistan, il Kirghizistan, la Moldova, il Tagikistan, il Turkmenistan, l’Ucraina (paese membro non partecipante) e l’Uzbekistan.

Nei primi anni del XXI secolo l’economia ha presentato tassi di crescita tra i più elevati a livello globale, la crisi finanziaria internazionale si è fatta però sentire duramente a partire dall’autunno 2008, mettendo in dubbio molte delle certezze acquisite in un decennio di espansione.

Le icone e le ideologie politiche sono cadute, ma gli stranieri comprendono ancora in modo vago la vita in Russia. Le conseguenze dell’economia di libero mercato sono accompagnate da voci di crimini, prostituzione, droga, disoccupazione e mancanza di generi alimentari. Questa atmosfera di oscura incertezza è accentuata dalla bizzarra combinazione di pessimismo e ottimismo, rudezza e ospitalità, segretezza e apertura che caratterizza i Russi.

Notizie utili

Visti
Per visitare la Russia i cittadini italiani, così come la maggior parte dei visitatori stranieri, hanno bisogno di un visto d’ingresso. Calcolate almeno un mese per essere sicuri di ottenerlo e non sottovalutate questo aspetto del vostro viaggio.

Scarica modulo richiesta visto

Fuso orario
ci sono 11 fusi orari; Mosca è 3 ore avanti rispetto al meridiano di Greenwich

Elettricità
220 V, 50 Hz

Pesi e misure
sistema metrico decimale

Clima
Luglio e agosto sono i mesi più caldi e coincidono con il periodo delle ferie. Sono anche i mesi più umidi – può piovere un giorno ogni tre. Se si vogliono evitare le folle e la pioggia si può effettuare il viaggio in maggio-giugno o in settembre-ottobre. All’inizio dell’autunno cadono le foglie e si possono raccogliere funghi e bacche. Anche se il freddo dell’inverno è pungente, i teatri sono aperti, la vodka scorre a fiumi, gli edifici sono caldi e la neve è splendida. In primavera le strade sono viscide e fangose e la stagione è pessima.

Feste e manifestazioni
Pasqua e Natale vengono festeggiate con messe a mezzanotte, processioni con fiaccole e mostre di arte popolare. In aprile a San Pietroburgo si celebra il festival internazionale Primavera Musicale, mentre negli ultimi 10 giorni di giugno si possono ammirare le notti bianche, un periodo in cui si festeggia e si resta alzati fino a tardi. A Mosca si tiene un Festival Cinematografico nell’autunno degli anni dispari. Il Festival Invernale Russo viene celebrato a San Pietroburgo, Mosca e Novgorod dalla fine di dicembre ai primi di gennaio con spettacoli folcloristici e grandi bevute di vodka. L’altra grande festa invernale è il Capodanno, celebrato con regali, spumante e altra vodka.

Valuta
Rublo
I bancomat, collegati a reti internazionali come AmEx, Cirrus, MasterCard e Visa, sono diffusi in tutta la Russia. Usando la carta di debito o di credto potrete ritirare la quantità di denaro desiderata solitamente in rubli, ma a volte anche in dollari americani o in euro. Le carte di credito sono comunemente accettate, ma non fateci affidamento fuori dalle città principali, soprattutto in Siberia o nell’Estremo Oriente russo.

Cultura
L’eredità culturale lasciata dalla Russia del XIX secolo è enorme, con conseguimenti eccelsi in letteratura, architettura, balletto, composizione ed esecuzione musicale. La caratteristica architettonica più tipica della Russia è la forma a cipolla delle cupole delle chiese, che si sviluppò quando le chiese in legno del nord furono edificate in mattoni e colorate mattonelle. Nel mondo dell’arte, icone religiose, futurismo e arte grafica rivoluzionaria sono forme tipicamente russe. Il russo è la lingua degli affari di stato e prima lingua di oltre il 50% della popolazione. Le popolazioni centroasiatiche parlano lingue turco-tatare e sono di religione musulmana. Anche se comunismo e religione non andavano molto d’accordo, la Chiesa russo ortodossa è sopravvissuta ed è in crescita; purtroppo la popolazione ebraica ha preferito l’emigrazione a causa di un intransigente antisemitismo.
A lungo bersaglio di barzellette per l’onnipresenza dei cavoli, la cucina russa vanta una grande varietà di antipasti, tra cui le famose minestre di barbabietole rosse e di cavolo, seguite da grandi porzioni di carne stracotta condita con una ricca salsa e con contorno di poco invitanti verdure. Nelle grandi città, la cucina etnica sembra essere scomparsa a causa degli influssi della cucina internazionale: c’è di tutto, dal sushi agli hamburger alla pizza. I vegetariani troveranno le consuete insalate a buffet e i panini imbottiti che per loro costituiscono i piatti più comuni. A Mosca e San Pietroburgo ci sono molti supermercati in stile occidentale dove si può acquistare qualche prodotto fresco. Il kvas, bevanda a base di pane di segale fermentato, è solo leggermente alcolica ed è molto rinfrescante in estate. Il vero alcolico, la vodka, può essere servito liscio o aromatizzato con pepe, bacche, foglie di mela, limone, zenzero e chiodi di garofano.

Trasporti locali
La Russia europea è attraversata da una capillare rete ferroviaria che rende il treno un mezzo di trasporto economico, confortevole e adatto a raggiungere praticamente qualsiasi località nel paese, anche se in genere il viaggio dura molto, molto a lungo.
Il modo più economico per muoversi in Russia rimane l’autobus. Le dimensioni enormi del paese rendono questo modo di viaggiare poco piacevole, ma per le brevi distanze a volte è più veloce che prendere il treno (e ci sono anche più collegamenti regolari).