La vacanza secondo Noi.

Notizie utili Giordania

Documenti d’identità:
É richiesto il passaporto con almeno 6 mesi di validità dalla data di partenza. Il visto d’ingresso turistico può essere ottenuto semplicemente acquistandolo presso gli appositi sportelli dell’aeroporto giordano d’arrivo, al costo di JDs 40 circa Euro 49, da pagare in valuta locale. Negli aeroporti sono disponibili diversi  uffici di cambio valute.

Tasse d’uscita:
Per i voli di linea sono incluse nel costo del biglietto mentre per i voli charter sono 40 JDs ovvero circa 49 Euro per persona. Le tasse doganali a terra sono di JDs 10 ovvero circa 13 Euro per persona.

Vaccinazioni:
Non sono richieste vaccinazione obbligatorie. É bene portarsi una piccola ed essenziale dotazione di medicinali utili e quelli per uso personale. Vanno evitati cibi crudi e locali non affidabili sotto il profilo igienico, non bere acqua corrente ma acqua e bibite in bottiglia senza aggiunta di ghiaccio. Le strutture sanitarie e la reperibilità di medicinali risultano nel complesso soddisfacenti.

Valuta:
La moneta ufficiale locale è il Dinaro giordano (JOD). 1 Euro = 0, 90 JOD, 1 USD = 0, 70 JOD. L’euro è accettato in tutte le banche senza problemi e talvolta anche dai negozi per i pagamenti. Le banche sono aperte dalla domenica al giovedì con orario 8.30-12.30 e 16-18,  in inverno 15.30-17.30; gli uffici di cambio privati hanno orari di apertura più lunghi. La carta di credito più diffusa è la Visa, ma anche con altre carte come Mastercard, Cirrus, Plus e American Express è possibile eseguire pagamenti in negozi ed alberghi.

Telefoni:
Per chiamare l’Italia digitare lo 0039 seguito dal prefisso della città con lo 0 ed il numero. Le chiamate internazionali dagli alberghi costano notevolmente di più rispetto a quelle effettuate da un telefono a scheda. Il codice internazionale per la Giordania è 00962 seguito dal prefisso della località prescelta senza lo zero e dal numero desiderato.

Fuso orario:
La Giordania rispetto all’Italia è avanti di un’ora tutto l’anno e adotta l’ora legale nello stesso periodo dell’Italia.

Il Clima:
Le estati sono calde e secche con temperature fino ai 49° gradi nella Valle del Giordano, più miti ad Amman e Petra. Le precipitazioni sono trascurabili, gli inverni sono brevi ma freddi e in qualche caso si registrano nevicate anche a Petra. I periodi migliori per visitare la Giordania sono l’autunno (da settembre a novembre) e la primavera (tra marzo e maggio). In questo periodo le temperature sono gradevoli ed i venti non troppo freddi, ma alcune zone del Paese sono piacevoli da visitare anche in altri periodi dell’anno.

I Voli:
Collegamenti aerei per la Giordania sono operati dalla Royal Jordanian Airlines, compagnia di bandiera, con Air Bus 320 da Milano e Roma diretti ad Amman ogni giovedì, sabato e domenica.

Abbigliamento:
Comodo e informale. Per le visite in città, specie per i luoghi di culto, è consigliato un abbigliamento appropriato e indispensabile (calzini, abiti con maniche e pantaloni lunghi). Durante la stagione invernale una giacca a vento è utilissima specialmente nella parte nord del Paese dove il clima è più freddo. Nei rimanenti periodi dell’anno da non dimenticate un paio di pantaloni leggeri, pantaloni corti, qualche maglietta e camicia, scarpe robuste per le camminate, sandali e ciabatte di gomma.

Lingua:
L’arabo è la lingua ufficiale, ma l’inglese è abbastanza diffuso nelle zone turistiche.

Corrente elettrica:
In Giordania il voltaggio è di 220 volt, le prese di corrente sono di tipo europeo a doppio ingresso, ma in alcune zone meridionali, come ad esempio ad Aqaba, si trovano spesso quelle a tre spinotti di tipo inglese. Consigliabile quindi munirsi di un adattatore prima della partenza.

Trasporti pubblici:
Autobus e taxi collettivi sono frequenti ed economici. Ci sono autobus di linea che collegano Amman con le principali città del Paese.
I voli interni operano da Amman ad Aqaba. Le strade sono buone, la guida è a destra, le indicazioni stradali in arabo e inglese e ogni località turistica è praticamente raggiungibile in circa 4 ore di viaggio da Amman.

Orari di apertura:
Il venerdì è giorno di chiusura settimanale. Le banche, gli uffici amministrativi e molte attività chiudono anche il sabato. Gli uffici aeroportuali, le agenzie di viaggio e alcuni negozi, chiudono anche il giovedì pomeriggio, mentre i grandi magazzini e i supermercati restano aperti. Alcune negozi restano chiusi la Domenica. L’orario di apertura dei negozi è flessibile (9:30-13:30 / 15:30 – 18:30).

Acquisti:
La Giordania offre innumerevoli opportunità di shopping. I visitatori possono scegliere tra la grande varietà di prodotti artigianali tipici e altre merci disponibili in tutte le località più note, ma anche nelle boutique dei principali alberghi e presso i centri visitatori. Troverete tappeti e cuscini intrecciati a mano, articoli e vestiti splendidamente ricamati, ceramiche tradizionali, oggetti in vetro, gioielli in argento con pietre semi-preziose, coltelli beduini, bricchi per caffè, narghileh (pipe ad acqua), intarsi, pezzi d’antiquariato e altri manufatti. L’elenco è davvero interminabile e variegato. Dedicate un po’ di tempo a visitare i souk nelle maggiori città giordane. Veri e propri tesori per tutti coloro alla ricerca di qualcosa fuori dal comune, nei souk troverete eccellenti oreficerie dove fare ottimi affari. Anche le botteghe degli affollati mercati meritano una visita, specialmente quelle che vendono spezie esotiche, erbe e aromi. Sia Amman che Aqaba offrono negozi sofisticati e boutique all’avanguardia dove potete trovare l’ultima moda in fatto di gioielli, abiti, accessori, pelletterie e articoli elettronici. In tutta la Giordania potrete trovare i famosissimi prodotti del Mar Morto. Sono tutti di eccellente qualità e vengono prodotti sotto stretto controllo clinico e hanno anche un ottimo rapporto qualità/prezzo.

La Cucina:
Molti gli antipasti, tra i quali l’humus, una sorta di paté di ceci o la tahina. Ci sono poi sfogliate calde ripiene di formaggio, i borek, ed i kibbeh polpettine d’agnello con pinoli e grano saraceno, e ancora, tra gli altri piatti, lo shinklish formaggio di capra servito con timo, pomodoro, paprika olio d’oliva. Da provare anche le ottime melanzane o zucchine ripiene di carne e, tra le insalate, il fattoush composto di prezzemolo, insalata e cipolle dolci. L’agnello costituisce l’alimento principale della cucina con i tradizionali kebab, spiedini alla brace accompagnati da verdure. I dolci sono una passione giordana specie con il miele e lo sciroppo.

Foto e Video:
É proibito fotografare aree strategiche come aeroporti ed edifici pubblici. Le persone non gradiscono essere fotografate, vi preghiamo di usare buon senso.

Mance:
Sono gradite e consigliate per guide e autisti e per tutti coloro che prestano i loro servizi durante il soggiorno.