La vacanza secondo Noi.

Da non perdere penisola calcidica

non-perdere-penisola

Non è un mistero che la penisola Calcidica sia un luogo fuori dall’ordinario, un territorio speciale che occupa un posto tutto suo nell’immaginario collettivo greco. Nessun’altra località in tutta la nazione è infatti allo stesso tempo così importante per la religione, per il turismo, per la bellezza senza pari della natura: così dolce e aspra, una vera madre generosa e severa. Ci troviamo nel punto più fertile, assolato, benedetto di tutta la Grecia del Nord: le coste baciate da un mare al limite dell’incredibile e le splendide montagne dell’entroterra. Per raggiungere la Penisola Calcidica, (o Chalkidiki, come viene chiamata in greco), basta circa 1 ora di autostrada, direzione ovest partendo da Salonicco.

SPIAGGE DELLA PENISOLA CALCIDICA
La penisola Calcidica vanta alcune delle spiagge più belle della Grecia Continentale. La maggior parte di queste si trovano a Sithonia. Tra queste citiamo la spiaggia per nudisti di Kalamitsi, quella di Tristinika, dove troverete anche un originale beach bar, l’Ethnic Beach Bar. Per il resto vale la regola comune anche sulle isole in Grecia: mai accontentarsi della spiaggia facilmente raggiungibile e tenere a mente che oltre la collina ci sarà sicuramente una spiaggia incredibile. Non perdete Vourvourou con la bella spiaggia di Karidi. Le spiagge della Calcidica sono così tante, spesso di non facile accesso, che sarà facile trovarle gradevolmente poco popolate anche in pieno agosto. La Calcidica ha una forma molto particolare, composta da tre penisole che assomigliano a tre dita di una mano. Il primo dito è Kassandra, seguono Sithonia e Monte Athos.

KASSANDRA
Kassandra è la penisola meno montuosa e forse meno bella dal punto di vista naturalistico. Se decidete di affittare la macchina a Salonicco vale la pena fare un giro anche a Kassandra, altrimenti, specialmente se avete poco tempo potete passare direttamente a Sithonia.

SITHONIA
Sithonia è il secondo dito della Calcidica. É una penisola selvaggia e montuosa. La maggior parte dei paesini che trovate sulla mappa sono nati negli anni ‘70 e ‘80 e sono dei piccoli agglomerati di case in affitto in estate, un paio di hotel e di ristoranti. Non immaginate niente di simile ad ecomostri, né invasive colate di cemento di qualsiasi tipo. Si tratta di pochissime costruzioni, prive del fascino architettonico dei centri storici, utili per mangiare e dormire in un posto altrimenti inaccessibile. Tra i paesi più antichi ci sono Torioni, Sarti e Neos Marmaras. In prossimità dei primi due si trovano spiagge bellissime. Porto Koufo è un piccolissimo e affascinante porto di pescatori costruito in un’insenatura naturale così perfetta e protetta dai monti da assomigliare ad un lago.

MONTE ATHOS
Monte Athos è, insieme alle Meteore, il più spettacolare complesso monastico d’Europa. Il terzo dito della Penisola Calcidica è in realtà una vera e propria repubblica autonoma indipendente dallo stato greco, ad uso esclusivo della Chiesa Ortodossa. Per entrarvi bisogna richiedere un permesso speciale alla curia di Ouranoupoli, e sono ammessi solo gli uomini.