La vacanza secondo Noi.

Notizie utili Emirati Arabi

Documenti d’identità:
Per entrare negli Emirati Arabi è indispensabile il passaporto con validità residua minima di 6 mesi dopo la data di ritorno del viaggio, deve avere almeno tre pagine libere e non deve contenere visti o timbri israeliani (direttamente o attraverso un confine giordano o egiziano). Il visto viene rilasciato gratuitamente all’arrivo in aeroporto per i cittadini di più di 32 paesi. Il visto consente di spostarvi in tutti gli Emirati Arabi Uniti per 30 giorni. Quindi è possibile, senza nessun problema, andare a Abu Dhabi, Sharjah, Fujairah ecc..in arrivo a Dubai e viceversa.

Formalità doganali:
É proibita l’importazione di materiale (giornali, video, riviste ecc.) che potrebbe essere considerato offensivo della morale islamica, nonché di materiale audio/video e di software pirata. È consentita l’importazione di 2000 sigarette, 400 sigari, 2 kg di tabacco, 2 litri di liquore e 2 litri di vino; questi ultimi solo per i non musulmani e fatta eccezione per l’Emirato di Sharjah, dove le bevande alcoliche sono proibite. Negli EAU l’introduzione e lo spaccio di droghe, anche leggere, ed anche in quantitativi corrispondenti o inferiori alla quantità di uso personale, sono puniti con estrema severità. La pena minima per tali reati varia, infatti, da un minimo di quattro anni fino alla pena di morte.

Vaccinazioni:
Nessuna vaccinazione è obbligatoria, fino ad oggi.

Valuta:
La moneta è il dirham degli Emirati Arabi Uniti (AED), suddiviso in 100 fills.
É utilizzato nell’unione degli Emirati Arabi Uniti.
1 Dirham degli Emirati Arabi Uniti = 0,247642 € o 1 euro = 4.03808 degli Emirati Arabi Uniti (al 26 Marzo 2015).
Il cambio può essere fatto presso le banche, alberghi e uffici di cambio. Attenzione, il tasso di cambio è spesso sfavorevole in hotel.
Principali carte di credito, American Express, Visa e Diner’s Club, sono accettate negli alberghi, ristoranti e alcuni negozi. Tuttavia, alcuni esercizi vi faranno prezzi migliori se il pagamento sarà effettuato in contanti.
La maggior parte delle banche sono aperte cinque giorni alla settimana, da domenica al giovedì, dalle 8:30 alle 13:30. Alcune sono aperti anche il sabato, dalle 8 alle 12. Le agenzie situate nei principali centri urbani e nei grandi centri commerciali aprono alle 09:00 e restano aperti fino a sera, generalmente sino alle 18h.
I bancomat sono numerosi nelle grandi città.

Orari di Apertura Siti:

VECCHIA DUBAI:
Museo di Dubai:
Da Sabato a Giovedi: 08:30 -20h30 (durante il Ramadan: 9:00 -17,00)
Venerdì mattina: chiuso e aperto dalle 14h30 -20h30 (durante il Ramadan: 14h00-17h00)
Souks: Chiuso Venerdì fino a circa 16:00.
Abu Dhabi:
– Sheikh Zayed Grand Mosque: Aperto tutti i giorni tranne il Venerdì mattina quando è chiuso fino alle 13:00
– Visita il Museo del Louvre dal gennaio 2016.
– Heritage Village: Da Sabato a Giovedi: dalle 09:00 alle 17:00 e Venerdì 15:30-21:00.
– Ferrari World: Chiuso il lunedì (si consiglia di evitare le visite il Venerdì perché le prenotazioni possono influire a causa del fine settimana locale)
Sharjah Heritage Museum:
Da sabato a giovedi 8:00-20:00 e venerdì dalle 16:00 alle 20:00.
Visita Al Ain:
Tutti i giorni tranne lunedì.

Telefoni:
Il funzionamento del sistema telefonico negli Emirati Arabi è ottimo e ben distribuito. Il prefisso per chiamare negli Emirati Arabi dall’Italia è lo 00971; per chiamare dall’Italia invece lo 0039.

Fuso orario:
Gli Emirati Arabi Uniti rispetto all’Italia sono avanti di 3 ore in inverno e 2 ore invece quando è in vigore l’ora legale.

Il Clima:
Il clima degli Emirati Arabi Uniti è subtropicale arido, con inverni miti ed estati calde. I mesi più caldi dell’anno sono luglio ed agosto, periodo in cui le temperature medie raggiungono massime di oltre 48 °C sulla pianura costiera. Sulle montagne del Hajjar, le temperature sono notevolmente inferiori, a causa della maggiore altitudine. Le temperature medie di gennaio e febbraio raggiungono minime tra i 10 e i 14 °C. Durante i mesi di fine estate, sulla regione costiera soffia un vento umido sud-orientale conosciuto come Sharqi (che significa “orientale”). La media annua delle precipitazioni nella zona costiera è meno di 120 mm, anche se le precipitazioni sono torrenziali, ma in alcune zone di montagna le precipitazioni annuali spesso raggiungono i 350 mm. La regione costiera è soggetta a occasionali ma violente tempeste di polvere, che possono ridurre notevolmente la visibilità.Il periodo migliore dell’anno per visitare gli Emirati Arabi Uniti è da novembre ad aprile, quando le condizioni climatiche sono ottime.

Abbigliamento:
Indispensabile un abbigliamento pratico e comodo.

Lingua:
L’arabo è la lingua ufficiale, ma l’inglese è diffuso, data anche la presenza di molti stranieri residenti.

Religione:
La maggioranza dei cittadini è di religione Musulmana.

Corrente elettrica:
La tensione è di 220 Volt. Le prese di corrente sono conformi allo standard inglese a tre lamelle. E’ bene perciò portare con sé un adattatore universale. Eventuali adattatori sono reperibili anche nei principali hotel.

Trasporti pubblici:
Negli Emirati Arabi non ci sono voli interni. Gli autobus o minibus Dubai Transport viaggiano in tutti gli emirati, ma l’unica linea che trasporta passeggeri nel viaggio di ritorno è quella di Sharjah. Gli altri autobus ritornano indietro vuoti. Gli autobus Al Ghazal collegano Dubai ad Abu Dhabi e Al-Ain; inoltre forniscono collegamenti interni nell’emirato di Abu Dhabi. Avere una macchina è il modo migliore di esplorare gli Emirati Arabi. Le strade principali sono ben tenute. Se volete noleggiare un’automobile, dovete avere una carta di credito e una patente internazionale. Potreste anche avere bisogno di una fototessera.

Acquisti:
Dubai è definita la capitale dello shopping perché qui si può trovare davvero di tutto, e per tutte le tasche. Dall’abbigliamento all’hi tech, all’artigianato locale, all’oro e le pietre preziose, i tappeti, le spezie e le specialità locali, fare acquisti è una esperienza unica. Centri commerciali immensi e moderni si alternano ai souk tradizionali, basta affinare la capacità di contrattare il prezzo, specie nei mercati artigianali. Il periodo più conveniente per fare shopping a Dubai è quello invernale, verso la fine di gennaio, perché si svolge il Festival dello Shopping. Questa manifestazione è organizzata dal governo locale e permette quindi di fare ottimi affari. Tutti i negozi ed i centri commerciali fanno ottimi sconti, quindi questo è il momento giusto per fare ottimi affari.

La cucina:
Ai giorni nostri negli Emirati Arabi si trovano ristornati con cucine di vari paesi grazie anche alla reperibilità di vari ingredienti, ma gli abitanti del luogo sono in ogni modo legati alla loro cucina tradizionale. Si possono assaggiare specialità come il Qahwa, caffè foorte ed aromatico usato dai beduini, il Bizaarm, un’insieme di spezie profumatissime oppire il Mishkak,k pezzetti di carne grigliati e glassati con miele o sciroppo di datteri.

Mance:
Per i pasti, nei ristoranti e negli alberghi è consuetudine corrispondere come mancia circa il 10% sul conto. É inoltre uso comune lasciare una mancia a autisti e guide.