La vacanza secondo Noi.

Tesori di Persia 20 novembre

Partenza garantita:

20 novembre

Minimo 4 persone

 

Informazioni utili:

12 giorni / 11 notti

Quota individuale a partire da:

euro 2468

hotels 4 & 5 stelle

Quota iscrizione altri costi:

euro 50

comprensiva di assicurazione medico, bagaglio e annullamento

euro 95 

pre-paid visa

Tasse aeroportuali

euro 215 circa 

soggette a riconferma

Programma di viaggio

 

1° giorno lunedì 20 novembre ITALIA – TEHRAN
Arrivo all’aeroporto internazionale di Tehran e dopo il disbrigo delle formalità doganali e trasferimento in hotel.

2°giorno martedì 21 novembre TEHRAN
Colazione in hotel. Giornata dedicata alla visita di Tehran. Il tour inizia con la visita alla sezione archeologica del Museo Nazionale Iraniano, in grado di offrire un’interessante e affascinante introduzione alla ricca storia del paese. Si continua poi con la visita del Palazzo del Golestan, la residenza storica della dinastia reale Qajar, situata a Tehran. Si tratta del più antico monumento della città, parte di un complesso di edifici un tempo racchiusi dalle mura della storica cittadella. Novità: visita del Museo Nazionale dei Gioielli che espone una delle collezioni di tesori più spettacolari del mondo. Cena e pernottamento a Tehran.

3° giorno mercoledì 22 novembre TEHRAN – KASHAN – ISFAHAN
Dopo la prima colazione partenza per Kashan, dove avrete la possibilità di visitare una serie di meravigliose ex-residenze private, tra cui la splendida Tabatabaei House, costruita per la figlia di un ricco commerciante locale a metà del XIX sec. e il Giardino di Fin, il più antico giardino persiano esistente oggi in Iran. Il giordino fu completato nel 1590 ed è il più antico oggi esistente in Iran. Durante il trasferimento ad Isfahan, se ci sarà tempo, visita di Abyaneh, piccolo villaggio di montagna che si caratterizza per il colore ocra delle sue case, dovuto al terreno ricco di ossido di ferro. Il paese è noto anche per i colorati costumi tradizionali indossati dalle donne locali, le cui origini sono molto antiche. Cena e pernottamento ad Isfahan.

4°giorno giovedì 23 novembre ISFAHAN
Dopo la prima colazione in hotel, iniziamo la visita di Isfahan. Situata a poco più di 300 km da Tehran, Isfahan si trova vicino alle montagne Zagros, nella pianura del fiume Zayandeh e quindi gode di un clima piacevole. Durante la visita della città visiteremo la magnifica Piazza d’Imam (Naqsh-e Jahan), la seconda piazza più vasta del mondo e registrata nella lista del patrimonio culturale mondiale dell’UNESCO nel 1979. Intorno alla piazza si trovano numerosi monumenti storici: le moschee dello sceicco Lotf Allah e dell’Iman, Chenel Sotoun e il Palazzo Ali Qapu, una delle più importanti strutture dell’architettura islamica in Iran. Il palazzo Ali Qapu con la splendida sala della musica decorata con stucchi fatti a forma di vasi e strumenti musicali iraniani, per poter migliorare l’acustica della stanza. Pranzo in ristorante tipico. Nel pomeriggio avrete modo di scoprire il Bazar di Isfahan, un grande caravanserraglio sormontato da un’enorme cupola sotto alla quale si accalcano i mercanti di tessuti, per distribuirsi poi in sale coperte ed alte dove si compra un po’ di tutto. In ogni corridoio del mercato, come avveniva nelle città medievali anche in occidente, vi sono i venditori di una specifica merce. Tempo a disposizione per lo shopping. Cena e pernottamento.

5°giorno venerdì 24 novembre ISFAHAN
Prima colazione. Giornata dedicata alla visita di questa splendida città. Si comincia con la Moschea Jameh chiamata anche Moschea del venerdì, testimonianza vivente dell’evoluzione dell’architettura iraniana.
Si prosegue con il quartiere armeno e la splendida chiesa di Vank e l’annesso museo. Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio visita al Museo della Musica di Isfahan, un museo contemporaneo che documenta migliaia di anni di strumenti musicali iraniani divisi in aree geografiche. Mini concerti e musica dal vivo sono eventi regolari qui. Si scende, poi, al fiume per la visita dei famosi ponti della città, immersi in una magica atmosfera. Cena e pernottamento.

6°giorno sabato 25 novembre ISFAHAN
Dopo colazione, partenza per Yazd, la città delle “torri del vento”. Lungo la strada sosta a Naein per la visita della moschea Jame. Riprendiamo il viaggio verso la città storica di Maybod, una piacevole sorpresa nel cuore del deserto con diversi siti storici a testimonianza della sua lunga storia. Pernottamento presso il caratteristico Zein o din Carvanserai caravanserraglio dove si potrà ammirare il cielo stellato e la tipica danza Balouch.

7°giorno domenica 26 novembre YAZD
Dopo colazione, partenza per Yazd si trova a circa 1250 metri di quota ma, nei mesi primaverili ed estivi, si sente molto il caldo perchè si trova ai margini di due deserti. La parte vecchia è un labirinto di viottoli stretti, le case di origine millenaria sono state erette con una sorta di mattoni di paglia, sabbia e fango essiccati al sole, che portano il colore ocra del deserto che le circonda. Sui tetti delle case ci sono i “bagdir” torri di ventilazione naturali che sono in grado di incanalare il vento verso l’interno delle abitazioni. Arrivo e visita della città. Il tour include la visita alla moschea Jami, magnifico capolavoro del XIV secolo coronato da due alti minareti dominati da un portone d’ingresso magistralmente piastrellato. Si prosegue con una passeggiata in Piazza Amir Chakmagh e con la visita della prigione di Alexnader, una madrasa del XV secolo con decorazione in stucco. Poi  Tempio del fuoco Zoroastriano e della Torre del Silenzio, struttura tipica dello Zoroastrismo, una religione sviluppatasi durante l’impero persiano nel VII-VI secolo a.C. ad opera di un sacerdote di nome Zoroastro. Si tratta di un’impalcatura di legno e argilla, utilizzata per l’eliminazione dei cadaveri, che venivano esposti agli agenti atmosferici e divorati dagli uccelli rapaci. Cena e pernottamento a Yazd.

8°giorno lunedì 27 novembre YAZD -KERMAN
Dopo la colazione partenza alla volta di Kerman. Sosta per visitare un’azienda agricola che coltiva melograni. Qui avrete modo di famigliarizzare con il processo di coltivazione dei melograni e di assaggiare il succo appena spremuto. Tempo permettendo visita alla Moschea Jami’ di Kerman che risale al XIV sec ed è tutt’oggi in ottimo stato di conservazione con i suoi tetti blu luccicanti senza minareti. Trasferimento in hotel per un po’ di riposo. cena e pernottamento.

9°giorno martedì 28 novembre KERMAN
Dopo la colazione, partenza in prima mattinata per la visita dello spettacolare deserto di Kerman: Shahdad Desert e dei suoi Kalouts (montagne di calcare scavate dal vento e dalla sabbia). Il Lut centrale è la vasta parte del deserto di shadad che include la parte più bassa. In questa regione si trovano diversi Kaluts che si estendono dal nord-ovest a sud-est, si tratta di spettacolari strutture naturali che rendono magico il paesaggio. Si prosegue con la visita di Shazdeh Garden una piacevole oasi verde, nonché tipico esempio di giardino persiano con fontane, un ingresso monumentale e un padiglione residenziale. Il tour continua con Shrine of Shah Nematollah Vali, un complesso storico che contiene il mausoleo di Shah Nematollah Vali, rinomato mistico e poeta iraniano. Immerso in un giardino delizioso che evoca grande armonia, il complesso è stato costruito nel 1436 e poi abbellito e ampliato da Shah Abbas. Terminiamo la giornata con la visita alla Cittadella di Rayen, una fortezza residenziale, la più larga struttura di fango della regione composta da spesse ed imponenti mura esterne, quartieri pubblici, ginnasio, moschea, caserme e casa del governatore. Rientro a Kerman. Cena e pernottamento.

10°giorno mercoledì 29 novembre KERMAN – SHIRAZ
Dopo la colazione partenza alla volta di Shiraz. Arrivati a Shiraz visita della Tomba del poeta Hafez maestro della poesia lirica persiana il cui cuore (tazza) è pieno dell’amore (vino) dell’amato (Dio). Cena e pernottamento.

11°giorno giovedì 30 novembre  SHIRAZ
Dopo la colazione partenza alla volta di Persepolis che si trova a 57 km da Shiraz. Il complesso reale, con una superficie di 125.000 mq fu costruito su una piattaforma alta tra gli 8 e i 18 metri. La costruzione cominciò nel 518 a.c. e durò quasi 120 anni. Persepolis ebbe vita piuttosto breve, perché già nel 330 a.c Alessandro Magno la attaccò e incendiò. Dopo il disastro i palazzi non furono più abitati e le rovine furono poco a poco coperte da sabbia; solo gli scavi del secolo scorso hanno fatto riemergere i resti. Visita del Palazzo Primavera fatto costruire da Dario I per celebrare le feste di inizio anno. Riprendiamo il viaggio verso Shiraz e sulla strada, a soli 6 km, sosta a Naqsh-e-Rostam, necropoli composta da quattro tombe scavate nella roccia a un’altezza elevata rispetto al suolo. Queste tombe sono state attribuite senza certezza a Dario II, Artaserse I, Dario I e Serse I. Trasferimento a Shiraz e visita del complesso di Zandiyeh con la sua imponente Cittadella Karim Khan che domina il centro della città. Si prosegue con la visita della tomba del grande maestro della letteratura persiana Saadi. Il tour continua con la famosa moschea Nasir ol-Mulk (conosciuta anche come la Moschea Rosa) una moschea unica e rinomata in tutto il mondo per le sue tecniche architettoniche e i suoi temi decorativi. A questo punto procediamo con la visita del Narenjestan Museum, un padiglione riccamente adornato con una combinazione mozzafiato di elementi decorativi, e con la moschea Shah e Cheragh un monumento funebre. Cena e pernottamento.

12°giorno venerdì 01 dicembre  SHIRAZ  – ITALIA

Trasferimento in tempo utile all’aeroporto e rientro in italia. Fine dei servizi.

 

  • Volo di linea turkish airlines via Istanbul oppure altra compagnia in base alla disponibilità
  • tutti i trasferimenti in Iran con mezzi di trasporto privati (macchina, van, minibus o pullman)
  • guida locale parlante italiano per tutto il tour
  • 11 pernottamenti in camera doppia in hotel 4 e 5*
  • trattamento di pensione completa dal pranzo del secondo giorno alla cena dell’undicesimo con bevande analcoliche incluse per ciascun pasto
  • una bottiglia d’acqua al giorno
  • visite ed escursioni indicate nel programma, compresi gli ingressi
  • codice d’ autorizzazione per l’ottenimento del visto in loco

 

 

  • bevande alcoliche ai pasti;
  • Visto iraniano;
  • Mance, extra personali in genere e tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”.